Azienda | Certificazione iso 9001 | Redazionali

Una guida alla scelta di un piano di controllo della qualità delle costruzioni

Sia che tu stia acquistando un piano di controllo della qualità pre-scritto o che tu stia scrivendo il tuo, dovrai decidere se desideri uno semplice di 30 pagine o meno o uno più completo di 100 pagine o più (o qualcosa nel mezzo) .

Di seguito sono riportati 5 punti da considerare quando si sceglie un piano di controllo di qualità per la propria azienda o progetto.

1. Rivedere le specifiche di qualità del contratto

Prima di decidere su un piano devi capire quali sono i requisiti dei tuoi clienti.

Piano semplice

  • Il tuo cliente ha linee guida molto specifiche ma pochi requisiti. Quindi potrebbe funzionare un semplice piano di controllo della qualità.

Piano globale

  • Il tuo cliente ha un lungo elenco di requisiti, riferimenti alla conformità ISO 9001 o ad altri standard specifici QA / QC.
  • Specifiche del contratto vaghe o poche che descrivono un ampio ambito come “descrivi il tuo programma QA / QC – A meno che tu non sappia che il tuo cliente non vuole davvero vedere molte informazioni, questo di solito significa che il cliente è alla ricerca di un piano completo dettagliato.

2. Pensa alle dimensioni della tua azienda e / o dei tuoi contratti

Successivamente, considera la tua azienda, le dimensioni del contratto e i tuoi obiettivi.

Piano semplice

  • In genere hai contratti con meno di $ 500.000

Piano globale

  • Sei un’azienda di medie e grandi dimensioni
  • Stai pensando di crescere o espandersi
  • I tuoi contratti sono grandi o vuoi fare offerte per contratti più grandi

3. Prendi in considerazione chi sono i tuoi clienti

Spesso la tua decisione su quale piano di qualità della costruzione utilizzare è predeterminato dai tuoi clienti. I tuoi clienti sono nel settore privato o pubblico?

Piano semplice

  • Il tuo cliente è un settore privato e hai stabilito che hai solo bisogno di una semplice base su altri criteri.

Piano globale

  • I vostri clienti sono per lo più settore pubblico (militare e governativo) – I progetti militari / governativi richiedono piani e programmi completi per la qualità degli appaltatori. È meglio formattare il piano in modo che corrisponda all’elenco di controllo dell’ufficio di appalto. Il tuo agente contrattuale lo apprezzerà e sarà più probabile trovare tutti gli elementi che sta cercando.

4. Considera il tuo settore

A volte solo lavorando in un determinato settore ti verrà richiesto di avere un piano più completo.

Ad esempio, l’industria dell’energia di solito richiede piani rigorosi dai suoi appaltatori. Molto spesso, richiederanno la conformità agli standard ISO 9001 o fare riferimento al sistema di gestione della qualità nelle specifiche del contratto.

5. Quando non esiste una soluzione unica per tutti

Se scopri che a volte avrai bisogno di un piano semplice, ma altre volte avrai bisogno di uno che sia completo. Quindi, prendere in considerazione un piano di controllo della qualità delle costruzioni completo che è possibile aumentare o ridurre in base al contratto o al progetto.

Per questo, ti consigliamo un piano completo multiuso. Questo tipo di piano include una panoramica esecutiva (buona per le qualifiche di offerta), una sezione specifica del progetto (valida per piccoli progetti), una sezione specifica dell’azienda (da includere in progetti più grandi) e una biblioteca di diversi moduli e procedure operative standard (che puoi scegliere in base al lavoro).

Conclusione

Indipendentemente dal tipo di piano che scegli, assicurati che ti consenta di gestire la qualità del tuo progetto e assicurare risultati di qualità.

Che sia semplice o completo, desideri comunque sentirti a tuo agio nel fatto che il personale delle operazioni possa seguirlo e che copre tutti gli aspetti di un sistema di gestione della qualità ben strutturato.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *