wapt image 1615 Suggerimenti per la gestione del tempo - 5 scoperte per aiutare a ridurre l'overbooking e godersi il momento
Redazionali

Suggerimenti per la gestione del tempo – 5 scoperte per aiutare a ridurre l’overbooking e godersi il momento

“Una metà del sapere quello che vuoi è sapere a cosa devi rinunciare prima di ottenerlo.” Sidney Howard

Le strategie di gestione del tempo per raggiungere gli obiettivi richiedono di fare molte scelte temporali, alcune delle quali piuttosto difficili. È inoltre necessario sviluppare limiti temporali validi e sostanziali.

Per rafforzare la tua determinazione, immagina la tua giornata come un cestino. Il cestino rappresenta il tempo con cui devi lavorare per le prossime 24 ore. Ogni cosa che metti nel cestino, ovviamente, occupa spazio. Questo limita ciò che puoi includere.

Probabilmente hai un cestino pieno, se non traboccante in questo momento! Ciò che significa in termini pratici è che per aggiungere qualcosa di nuovo, è necessario prendere qualcosa per fargli spazio. Questa può essere una scelta molto difficile; facendolo consapevolmente, ti dai un grande regalo.

Altrimenti, il tuo cestino traboccherà. Poiché il tempo è concreto e assoluto, non c’è modo di aggirarlo.

Pensa per un minuto. Cosa è caduto dal tuo cesto straripante? In che modo questo, a sua volta, aumenta il tuo livello di stress? Di fronte a troppe attività e priorità da destreggiarsi, potresti iniziare a dimenticare le cose e lasciar perdere gli impegni. La tua efficacia ed efficienza diminuiscono, anche se lo stress sale alle stelle.

Quindi, monitorare quotidianamente il tuo livello di stress e l’efficacia è un ottimo modo per determinare se è il momento di rivalutare e semplificare i tuoi impegni. Poche ricompense compensano lo stress quotidiano e estenuante.

Se il tuo paniere è traboccante perché stai tentando di controllare più di quanto puoi gestire e il tuo stress aumenta mentre cerchi di spremere i piani per un evento personale “ideale”, considera 5 scoperte dello psicologo e autore Daniel Gilbert, come menzionato nel suo Libro del 2007, Inciampando sulla felicità:

  1. Le persone spesso sovrastimano gli effetti emotivi a lungo termine che determinati eventi avranno su di loro.
  2. In generale, le persone tendono a possedere un “set point” di felicità, a cui ritornano alla fine.
  3. Le persone sono notoriamente imprecise nell’indovinare cosa le renderà felici.
  4. Gli eventi e gli esiti temuti possono, una volta concretizzarsi, rivelarsi nuove opportunità di felicità.
  5. La felicità è raramente l’esperienza di punta che ci aspettiamo e raramente dura finché pensiamo che durerà.

Le aspettative sbagliate si applicano anche all’infelicità. In altre parole, la posta in gioco è raramente ciò che la gente immagina. Meglio di gran lunga ridurre il contenuto del tuo carrello a una quantità gestibile e apprezzare il momento, invece di tentare di micro-gestire un futuro inconoscibile!

Modificando le aspettative irrealistiche e coltivando la gratitudine, ti dai due doni. Svuoti il ​​tuo cestino più facilmente e apprezzi appieno il tuo momento presente, dove risiede il cuore del tempo. Come puoi tradurre queste intuizioni in attività gratificanti mentre pianifichi le tue scelte di tempo?

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *