wapt image 1617 Osservazione: un'abilità di leadership fondamentale
Redazionali

Osservazione: un’abilità di leadership fondamentale

I leader sanno che le capacità di osservazione sono di fondamentale importanza per il successo, in qualsiasi dimensione. Lavorano duramente per sviluppare le proprie e per identificare le abilità nelle loro persone.

I dirigenti fanno molto affidamento sulle osservazioni degli altri per testare le proprie impressioni e per aumentare il proprio bagaglio di conoscenze su qualunque questione si trovi sul tavolo. L’osservazione è imparare al volo, non è qualcosa per cui ti siedi. E ogni esperienza si aggiunge al tuo corpo di conoscenze, lasciandoti una risorsa fondamentale per la tua organizzazione, il tuo settore, la tua famiglia e te stesso.

Allo stesso tempo, è un’abilità così preziosa, è incredibile quanto poco valore sia attribuito ad essa da molti, molti manager. Ancora e ancora vedrai persone lasciare una riunione affermando che è stata una perdita di tempo. Quando vengono pressati, affermano di non aver imparato nulla, o che l’incontro è stato inconcludente, o che non erano la persona giusta per essere lì, o si sono sentiti imbavagliati.

Un suggerimento: la prossima volta che ti ritroverai in una riunione in cui ritieni che sia una perdita di tempo, prometti a te stesso che prenderai da quella riunione almeno 3 elementi di informazione – percezioni, opinioni, fatti, comportamenti osservati, che possono essere di aiuto nel tuo lavoro. Quindi applica quegli elementi alle tue relazioni. Funziona – la maggior parte delle persone non lo fa. La maggior parte delle persone non diventa leader efficace. Nel caso della maggior parte delle persone, non sanno nemmeno che l’osservazione è un’abilità molto apprezzata.

Se vuoi essere tra i primi dieci per cento di tutto ciò che fai, lavora coscientemente e duramente sullo sviluppo delle tue capacità di osservazione. Pagherà – te lo garantisco. Se vuoi essere di livello mondiale in qualsiasi cosa, devi sviluppare la capacità di osservazione – vedere il mondo intorno a te e vederlo ogni giorno, in ogni modo, e fare dell’osservazione un’abitudine di pensiero. Il prezzo del successo sta uscendo: osservare il mondo in tutta la sua varietà, imparare da esso e prendere quell’accumulo di input e metterli a disposizione nel processo decisionale – nel migliorare l’intuizione – nella costruzione di relazioni.

Dieci comportamenti e abitudini di pensiero fondamentali per lo sviluppo di accurate capacità di osservazione:

Dimensionare le persone – osservare la gente

Chiarezza: vedere il mondo così com’è

Curiosità: chiedersi perché

Capacità di ascolto

Disponibilità a mettere da parte i pregiudizi personali

Disponibilità a cercare gli input degli altri

Alla ricerca di nuove esperienze e possibilità

Essere a proprio agio con l’ambiguità

Conoscenza dei comportamenti e degli atteggiamenti delle persone

Conoscenza di sé: conoscere accuratamente i propri comportamenti, atteggiamenti e abilità personali e come influiscono sugli altri

È facile concentrarsi così tanto sul proprio lavoro da non vedere la foresta per gli alberi, anche se siamo invitati alla stazione dei ranger più alta in quella particolare foresta.

Una storia personale:

Stavo facendo un’escursione nella Phoenix Mountain Preserve e scendevo lungo un sentiero ripido, roccioso e stretto. Mi si avvicinava dal basso una giovane donna, berretto da baseball abbassato sugli occhi, occhiali da sole scuri, zaino per l’idratazione e auricolari. Mi sono fatto da parte per lasciarla passare – gli escursionisti in salita hanno la precedenza – ho detto “Ciao” e lei mi ha superato – a pochi centimetri dal toccarmi – senza riconoscermi! Wow – due persone, abbastanza vicine da toccarsi, nessun altro in giro, e nemmeno un cenno del capo.

Cosa c’entra questo con le capacità di osservazione? Un sacco. Questa escursionista era così nella sua zona che niente intorno a lei poteva entrare nella sua coscienza. Il canto degli uccelli, il verde della primavera, il rantolo di avvertimento di un serpente a sonagli, lo scricchiolio degli stivali che la sorpassavano, il bel cielo azzurro – niente di tutto ciò poteva penetrare nella sua “zona”. Lo vedo spesso. Mountain bike, escursionisti, corridori, tutti intenti al viaggio, ignari di ciò che li circonda tranne quello che hanno davanti, e rischiano di perdere ogni tipo di messaggio. Osservazione? Oltre al proprio battito cardiaco, miglia percorse, calorie bruciate, obiettivi raggiunti, tempo trascorso, montagne scalate, Gatorade consumato, come si sentono – potrebbero essere in un tunnel buio. Peccato per loro: perdono tutti i tipi di input critici che potrebbero aiutarli a crescere, svilupparsi e godersi il processo di acquisizione della forma fisica.

Nella misura in cui ci chiudiamo fuori dal non familiare; da cose che ci sfiderebbero; da cose che ci fanno pensare; da cose che non sono d’accordo con le nostre convinzioni; da cose che possono stimolare i nostri sensi, creiamo il nostro piccolo bozzolo – quel luogo sicuro dove possiamo esistere indifferenti a tutte le cose che ci turbinano intorno. Alcune persone lo chiamano focus – io penso di no.

Un consiglio. Abbiamo tutti bisogno di acquisire o ritrovare il nostro senso di meraviglia per le cose nuove. Prendi una strada diversa per lavorare, acquista un giornale diverso, ascolta un programma di notizie diverso, corri su un territorio sconosciuto, fai un’escursione nei boschi o in montagna – senza il tuo iPod, prova una routine diversa in palestra, mangia un pasto che hai mai avuto prima. E osserva attraverso tutti i tuoi sensi. Acquisire capacità di osservazione è un processo attivo ed entusiasmante. Si ottiene meglio percependo, come se fosse la prima volta, il mondo intorno a te e poi vedendo più di quanto hai visto l’ultima volta.

Provalo – oggi. Diventa un osservatore attivo della vita e ottieni maggiore successo, in qualunque modo tu definisca il successo.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *