wapt image 1725 La leadership può essere misurata?
Redazionali

La leadership può essere misurata?

La leadership conta. Ogni persona può avere un effetto sul comportamento degli altri in qualsiasi momento. La natura e l’intento di tale effetto determinano l’influenza, la direzione e il risultato della leadership. Le organizzazioni dipendono dalla leadership per la direzione, lo slancio e un piano per il successo sostenibile. Come riconosciamo l’esistenza della leadership? Come sviluppiamo la leadership? Come si misura la leadership? Queste sono le domande che questo articolo cerca di esplorare.

Come riconosciamo la leadership o sappiamo che esiste? In generale, la leadership è definita da caratteristiche e risultati. Tuttavia, lo sviluppo della leadership formale si concentra quasi sempre esclusivamente sulle caratteristiche, facendo affidamento sulla speranza che ne conseguano i risultati. Sfortunatamente, la leadership è raramente misurata al di là di un approccio intuitivo o aneddotico.

Ad esempio, una persona in un ruolo di leadership è considerata “di successo”. Vogliamo replicare il successo del leader, quindi cerchiamo di replicare le caratteristiche, abilità, valori, competenze, azioni e comportamenti del leader. Edifichiamo e tentiamo di emulare queste qualità negli altri, ma raramente otteniamo gli stessi risultati. Corporate America è piena di programmi di sviluppo della leadership “basati sulle competenze”, quello che si potrebbe chiamare l’approccio “stampaggio a iniezione”. Lo sviluppo della leadership basato sulle competenze ha un effetto sulla cultura organizzativa, senza dubbio, ma non sempre l’effetto desiderato. I leader che in qualche modo “misurano” le competenze desiderate non sempre producono i risultati desiderati.

In definitiva, produrre risultati è il motivo per cui studiamo la leadership, il motivo per cui cerchiamo di sviluppare leader, il vero motivo per noi bisogno capi. Quindi è logico che anche la leadership sia stata misurata sulla base dei risultati prodotti, indipendentemente da come tali risultati sono stati raggiunti. Non abbiamo bisogno di guardare oltre Richard Nixon o Kenneth Lay per riconoscere il lato negativo di tali misure unidimensionali.

Il ruolo del leader è stabilire le condizioni (la cultura, l’ambiente) in base alle quali gli altri possono intraprendere le azioni giuste per ottenere i risultati desiderati. I “risultati desiderati” sono meglio definiti dalla visione, missione, valori e obiettivi del team o dell’organizzazione. Pertanto, la leadership viene misurata al meglio dal modo in cui i seguaci eseguono la visione, la missione e gli obiettivi mentre “vivono” i valori desiderati. Questo ci porta a una nuova premessa: che la leadership deve essere misurata dai risultati prodotti e da come vengono prodotti, come spesso affermato. Tuttavia, esiste un terzo elemento critico, ovvero da chi sono i risultati prodotti. Se è il leader che produce i risultati desiderati, allora questo dovrebbe essere giustamente attribuito all’azione individuale senza alcun effetto di contributo dal comportamento degli altri.

Esiste un evidente collegamento tra comunicazione e leadership: la ragione fondamentale per la comunicazione e per la leadership è di sollecitare una qualche forma di risposta o azione comportamentale. I leader devono comunicare parlando, ascoltando, leggendo, scrivendo e agendo. I leader producono risultati e, come hanno affermato altri autori, “i leader ottengono risultati attraverso le persone”. Il comportamento dei follower, non il comportamento del leader, definisce la leadership. Questo potrebbe portare a sostenere, a torto, che c’è poca differenza tra leadership e coercizione. La coercizione, o la creazione di un ambiente usando la paura o gli incentivi come strumenti motivazionali, può funzionare temporaneamente, ma raramente è sostenibile. Le prestazioni diminuiscono, si verificano conflitti o le persone se ne vanno.

In definitiva, il marchio di leadership che cerchiamo nella vita contemporanea è meglio definito, sviluppato e misurato in base al fatto che i risultati desiderati siano raggiunti, come vengono raggiunti, il valore di questi risultati per gli altri e se i seguaci intraprendono azioni discrezionali per raggiungere la visione del leader , missione e obiettivi. La leadership dipende dai risultati dei follower. Lo sviluppo della leadership deve essere legato ai risultati attesi di coloro che sono guidati più degli insiemi di competenze di coloro che guidano. La prova di una leadership efficace può essere trovata negli atteggiamenti e nelle abitudini quotidiane dei seguaci. In definitiva, la leadership può essere misurata dal raggiungimento di obiettivi discrezionali da parte dei follower.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *