wapt image 2503 Gestire una pandemia: non c'è posto per la formazione sul lavoro !: 5 esempi
Redazionali

Gestire una pandemia: non c’è posto per la formazione sul lavoro !: 5 esempi

Se vi siete mai chiesti cosa significasse veramente, non – pronto – per = prima serata, e le potenziali ramificazioni indesiderate, sfortunatamente, sembriamo vivere – attraverso questo incubo – scenario! Mentre è ingiusto e falso incolpare il presidente Donald Trump per la malattia, è giusto biasimarlo, per molti aspetti della risposta della sua amministrazione, che è iniziata, a quanto pare, quando il governo degli Stati Uniti, per primo, saperne di più. Se, sia a causa dell’arroganza / ego di Trump (spesso, articolando, sa più dei cosiddetti esperti, o, a causa delle sue priorità politiche, all’inizio del suo mandato, sembra che ci siano pochi dubbi, il presidente minimizza, avere un gruppo pandemico, o ridurre i finanziamenti CDC, ecc. o una combinazione di questi e altri fattori, la maggior parte del suo team di risposta, ha un livello di esperienza e competenza inaccettabilmente basso. Sfortunatamente, ciò che abbiamo scoperto, è, non c’è posto, perché, sul – lavoro, la formazione, dopo una crisi, è, su – noi! Con questo in mente, questo articolo tenterà di, brevemente, considerare, esaminare, rivedere e discutere, 5 esempi di questo impatto.

1. Nessun gruppo pandemico esperto, in atto: Dopo, ha affermato, avrebbe trasferito il pannello e ridotto i finanziamenti, per la maggior parte, ciò significava che non c’era un gruppo di esperti preparato, che potesse usare la loro combinazione di esperienza e competenza, per avere determinati protocolli di qualità, a posto. In questo modo, quando la crisi ha colpito, il nostro governo ha dovuto darsi da fare, sprecando così tempo ed energie cruciali, il che ha ritardato l’adozione dell’azione / approccio più fattibile. Poi, quando il presidente nomina il team di risposta del suo governo, ha nominato vicepresidente Pence, il presidente, quando era necessario un esperto di salute pubblica!

2. Il CDC non era una priorità politica: Persino, nel 2018, il signor Trump, ha proposto di tagliare i finanziamenti al CDC, perché, ha affermato, non era necessario! Quanto sarebbe stata più rapida e migliore la nostra risposta se non l’avesse fatto?

3. Il presidente ha minimizzato il potenziale pericolo: Dopo, in primo luogo, affermando, avremmo visto poco impatto, dalla pandemia, definendola una bufala, perpetrata dai suoi nemici politici, ecc., Quindi, mostrando pochissima empatia, e, fino a quando, molto recentemente, ha mantenuto contraddittorio il proprio pannello di esperti!

4. Il suo ritardo, risposta ferita: La procrastinazione è, generalmente, il nemico delle azioni di qualità, ecc.! Il ritardo e i segnali contrastanti del Presidente hanno sprecato tempo cruciale, in termini di risposta nazionale!

5. Messaggistica mista: Questo presidente, secondo i fatti politici – ispettori, sembra avere problemi a dire la verità! Quando la crisi ha colpito, invece della risposta nazionale, essendo unificata, coerente, tempestiva e massimizzando l’efficienza, fino a tempi molto recenti sembrava che la politica fosse posta al di sopra della salute pubblica!

Quando il presidente Trump fa il suo briefing quotidiano con la stampa, sembra che ci sia poca o nessuna empatia e / o sincerità! Molti affermano, quando lo confrontiamo, con il briefing del Governatore Cuomo, che è empatico, compassionevole e informativo! Non dovremmo biasimarlo per il virus in sé, ma dovrebbe essere ritenuto responsabile delle sue azioni precedenti, della mancanza di preparazione e dei messaggi!

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *