Certificazione iso 9001 | Redazionali

Consulente ISO 9001 – Domande frequenti sulla selezione e l’uso di un consulente ISO 9001

1. Quali sono i vantaggi dell’utilizzo di un consulente ISO 9001?

Le società assumono consulenti per diversi motivi. Potrebbero non avere la competenza, il tempo, l’esperienza o l’obiettività specifici per eseguire il lavoro di sviluppo del SGQ senza assistenza esterna. Un consulente del sistema di gestione della qualità (QMS) dovrà:

  • Essere in grado di colmare il divario di conoscenze e risorse;
  • Aggiungi esperienza e approfondimenti al tuo progetto QMS,
  • Accelera significativamente il tuo successo per la certificazione, prevenendo qualsiasi errore grave nello sviluppo e nell’implementazione del SGQ.
  • Segui rapidamente il processo di sviluppo pianificando in modo efficace, ottenendo supporto gestionale e organizzativo e garantendo risorse adeguate.
  • Organizzare e facilitare la distribuzione del progetto ed evitare o risolvere i problemi.
  • Risparmia tempo e denaro sviluppando un efficace sistema di gestione della qualità, che realizza vantaggi in anticipo e quindi ottiene un rimborso più rapido dell’investimento nel tuo progetto di qualità.

Ricorda che è meglio che il tuo personale faccia il lavoro di sviluppo pratico sotto la guida e l’esperienza del consulente. Ciò garantisce che la proprietà del SGQ rimanga all’interno dell’organizzazione.

2. Quali servizi fornirebbe un consulente di SGQ?

Un consulente competente dovrebbe essere in grado di pianificare, organizzare e facilitare le attività del progetto QMS, interpretare come lo standard QMS si applica alla propria organizzazione, aiutare a identificare e documentare i processi applicabili, raccomandare miglioramenti dei processi, introdurre pratiche di riferimento, impartire formazione personalizzata in loco a i vari livelli funzionali all’interno dell’organizzazione e condurre audit interni. Può anche aiutarti a sviluppare l’intera documentazione, a seconda delle risorse interne a tua disposizione.

3. Quali credenziali dovrebbe avere un consulente di SGQ?

Devi essere molto attento nel verificare le credenziali del consulente. Il seguente elenco di criteri può essere utile per effettuare questa valutazione:

Formazione scolastica: Durante l’implementazione di un sistema di gestione, è necessario un consulente con un background di sistema di gestione. Un consulente di un sistema di gestione di buona qualità dovrebbe almeno avere un’istruzione universitaria e preferibilmente una laurea. La specializzazione in scienze della gestione sarebbe un vantaggio.

Formazione e sviluppo professionale: Il consulente possiede (o aveva) la certificazione di Lead Auditor tramite RAB / QSA, IRCA o un’organizzazione riconosciuta simile?

Ha una formazione e una specializzazione settoriali specifiche in settori quali quello automobilistico, ambientale, aerospaziale, delle telecomunicazioni, della salute e della sicurezza, ecc.,

Ha scritto libri, corsi scritti, articoli pubblicati, tenuto conferenze e seminari sulla qualità, ha gestito un sito Web di gestione della qualità o ha moderato un forum sul sistema di gestione?

Queste credenziali e attività specializzate legate al commercio dimostrano l’investimento che i buoni consulenti fanno per affinare le loro competenze ed esperienze.

Esperienza: avere almeno 10 anni di esperienza nella consulenza in una varietà di settori e, soprattutto, esperienza pertinente nel vostro specifico settore industriale.

Tratti personali: hai bisogno di un consulente con buone capacità interpersonali e comunicative; che è obiettivo, pragmatico, percettivo, sensibile e flessibile nel trattare con il personale a diversi livelli di un’organizzazione.

Disponibilità e accesso: il consulente dovrebbe essere in grado di fornire il tempo di consulenza (giorni) di cui hai bisogno entro il budget e il periodo di tempo che hai ed essere ragionevolmente facile da contattare quando necessario.

tasse: quanto dovrebbe costare un consulente? Le tariffe variano e le tariffe giornaliere basse non ottengono necessariamente i migliori risultati e costi a lungo termine. Guarda i costi da diverse angolazioni – al giorno; per prodotto (ad esempio, corso di formazione); forfettario per il progetto; rimborso sul progetto, ecc.

Ricorda, un buon consulente farà le cose in modo più efficiente e ti aiuterà a sviluppare un efficace SGQ che inizia a produrre risultati più rapidamente, risparmiando denaro. Quindi guarda i costi di consulenza da una prospettiva globale orientata ai risultati.

4. Dove trovo un buon consulente?

Non esiste un’unica fonte o elenco completo di consulenti, quindi prova quanto segue:

– Effettua una ricerca localizzata su Google o Yahoo.

– Contattare un paio di organismi di certificazione. Generalmente forniranno un breve elenco di consulenti disponibili nella tua zona, per evitare conflitti di interesse.

– Tramite rinvio da parte di clienti, fornitori o altre organizzazioni o contatti che hanno utilizzato ed erano soddisfatti del lavoro svolto dal loro consulente.

– Associazioni professionali e di categoria; come l’ASQ

– I principali editori di sistemi di gestione come Quality Digest forniscono un elenco annuale di consulenti sul loro sito Web.

– istruttori di gestione della qualità; Ci sono molti buoni istruttori che forniscono anche servizi di consulenza.

Utilizzare le credenziali dal punto 3 sopra per valutare i consulenti selezionati. Assicurati di controllare i riferimenti e magari di organizzare la visita del tuo consulente alla tua organizzazione e l’incontro con te e il personale chiave. Questo sarebbe un buon modo per valutare il consulente rispetto ai criteri.

5. Può ottenere RFP (richiesta di proposte) da società di consulenza ISO aiutare nel processo di selezione?

Scegli un breve elenco di 2-3 consulenti e richiedi proposte a ciascuno di essi. La loro proposta dovrebbe riguardare i servizi offerti; numero di giorni di consulenza e in quale arco di tempo; consulenza e metodi di formazione; commissioni e spese; contatto e segnalazione. Ciò fornisce una base coerente per la loro valutazione.

Il team di gestione deve valutare le proposte utilizzando i criteri di credenziali definiti dal passaggio 3. Desideri che il team di gestione partecipi e supporti la decisione di selezione, in modo che il consulente possa lavorare efficacemente con la tua organizzazione.

6. Dobbiamo avere un accordo firmato?

Chiarire e confermare tutti i dettagli della proposta. Negoziare eventuali termini in modo soddisfacente, inclusi commissioni e spese. I consulenti sono sempre desiderosi di vincere nuove attività. Ottieni l’accordo finale firmato da entrambe le parti. Questo è ora legalmente vincolante e fornisce chiarezza sui risultati finali e sui termini contrattuali e dovrebbe facilitare un rapporto regolare continuo tra il consulente e la vostra organizzazione.

7. Come dovremmo gestire le attività dei consulenti?

Tutti i lavori in outsourcing, incluso un consulente esperto ISO 9001, devono essere gestiti. Garantire che i requisiti di contatto primario e di segnalazione siano chiari e compresi da entrambe le parti. Regolari revisioni dei progetti e dei traguardi / risultati finali devono essere fatti con il consulente e assicurarsi che eventuali problemi o incomprensioni vengano risolti prontamente.

8. Come dovremmo valutare le prestazioni dei consulenti?

Al termine del progetto, valutare le prestazioni dei consulenti ponendo le seguenti domande:

– I risultati del progetto erano accettabili e puntuali?

– I risultati sono stati in linea con gli obiettivi?

– Il consulente ha fatto un buon lavoro di pianificazione? E il piano è stato seguito senza cambiamenti o ritardi significativi?

– Sono stati soddisfatti i requisiti di comunicazione e comunicazione?

– Il consulente ha effettivamente trasferito la proprietà del SQ al personale dell’organizzazione?

– I vantaggi del SGQ stanno chiaramente iniziando a essere realizzati dal SGQ?

– I costi di consulenza erano nel budget?

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *