Azienda | Certificazione iso 9001 | Redazionali

Come garantire una migliore gestione dei rischi secondo la norma ISO 31000

Non c’è grande sorpresa che i pericoli siano inevitabili in ogni progetto. Comunque sia, gestire saggiamente e abilmente tali rischi fa parte dell’amministrazione in ogni associazione ed è una base centrale su come un’associazione è controllata a tutti i livelli. Il modo in cui un’associazione si sforza di alleviare o eliminare la componente di rischio; che potrebbe essere comune o sintetico; decide la sua estensione per la gestione della qualità.

A questo proposito, l’Organizzazione internazionale per la standardizzazione (ISO) ha stabilito regole inequivocabili per tutte le associazioni per quanto riguarda la gestione competente del rischio, sotto il benchmark ISO 31000. Di recente, ISO ha lanciato la variante aggiornata di questa certificazione ISO nel febbraio 2018, l’ISO 31000: 2018.

# 1. In che modo ISO 31000: 2018 è collegato alla certificazione ISO 9001: 2015?

Qui vale la pena dire che la produttività della gestione della qualità è controllata dalla sua capacità di gestione del rischio.

A citato da Neil Armstrong,

“Non ci possono essere risultati incredibili senza rischi.”

Nessun nome enorme nel campo della produttività di qualità è mai stato definito senza superare i rischi nelle diverse fasi della gestione dei processi. Seguire possibili esiti del pericolo aiuta di conseguenza a mettere a punto tecniche adeguate per risolverli. Inoltre, questo è il modo in cui la redditività migliorata è prodotta in ogni fase, che è davvero l’unico obiettivo dietro la certificazione ISO 9001.

# 2. Quali sono gli standard fondamentali di gestione dei rischi secondo ISO 31000: 2018?

Secondo le più recenti norme ISO 31000: 2018, la gestione dei rischi è una pratica estesa che dovrebbe essere eseguita in un percorso efficiente e coordinato alla luce del tipo di rischi.

# 3. In che modo sarebbe possibile avvicinarsi a questo approccio?

Per questo, un’associazione deve prima distinguere i probabili rischi tra i periodi di inizio della generazione e riconoscere i componenti dietro di essi, che potrebbero essere umani, caratteristici o sociali. Da quel punto deve adottare un approccio alterato e elaborare una metodologia dinamica per alleviare tali rischi e garantire un costante aggiornamento del processo di SGQ.

# 4. Con quale capacità l’autorità può assumere la sua parte nella gestione del rischio produttivo?

La migliore gestione di livello può avere la sua influenza nella gestione dei rischi attraverso prospettive future:

Approccio proattivo: è estremamente semplice andare in giro come un capo astuto e dirigere in modo proattivo piuttosto che ricettivo. Agire in modo reattivo invece di godere della meschinità abituale dà davvero un’intensa direzione ai funzionari e ai subordinati affinché assumano la loro parte in modo più adeguato.

Partecipazione completa: anche se i dipartimenti di ciascun ufficio in un’associazione sono caratterizzati in modo indipendente, in caso di esperienza con un rischio, ognuno di essi dovrebbe accettare la responsabilità di gestirlo e smaltirlo. Ciascuno dei funzionari deve assumere una posizione proattiva sulla moderazione del rischio e sulla garanzia di una gestione coordinata del rischio. Ciò contribuirà a una forte leadership fondamentale su tutti i livelli dell’associazione.

Adattabilità: deve essere concepito come una preoccupazione primaria che la gestione del rischio non sia un’idea inflessibile. Lo spazio della gestione della qualità è molto ampio e migliorato, così come il dominio della gestione dei rischi. Analogamente per attualizzare l’essenza della certificazione ISO 9001, l’azienda deve tener conto delle richieste di dati demografici assortiti, esistono procedure distintive per vari tipi di rischi e non esiste una risposta alla camicia di forza per gestire tutti i rischi. L’associazione deve ricevere un approccio modificato per una migliore gestione del rischio.

Questi sono un paio di cose da asporto per una potente gestione del rischio in un’associazione.

Similar Posts

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *